You are currently viewing FAQ società e igiene

FAQ società e igiene

Come posso disinfettare le superfici in maniera efficace?

L’utilizzo di semplici disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone, per esempio disinfettanti contenenti alcol (etanolo) o ipoclorito di sodio (candeggina/varechina).

Quanto tempo il virus rimane sulle superfici?

Le evidenze scientifiche al momento disponibili indicano che il tempo di sopravvivenza del virus sulle superfici vari in relazione al tipo di superficie considerata. Si riporta che i tempi di rilevazione di particelle virali sulle superfici più comuni sono variabili da alcune ore (come ad es. sulla carta) fino a diversi giorni (come sulla plastica e l’acciaio inossidabile).

Qual è il modo più efficace di lavarsi le mani?

Se si usa il sapone è importante frizionare le mani per almeno 40-60 secondi. Se il sapone non è disponibile usare una soluzione idroalcolica per almeno 20-30 secondi, usati a mani asciutte.

Con quali prodotti è possibile disinfettarsi le mani?

Per l’igiene delle mani è sufficiente il comune sapone. In assenza di acqua si può ricorrere ai cosiddetti igienizzanti per le mani a base alcolica.

Cosa s’intende con la parola “assembramento”?

Per “assembramento” s’intende un raggruppamento di persone vicine, e viene utilizzato durante questo periodo di emergenza sanitaria per definire dei gruppi di persone che, in gran numero, non rispettano le norme di distanziamento.

Il distanziamento di 1 metro è sufficiente ad evitare il rischio di contagio?

Per evitare il contagio le disposizioni prevedono di adottare un distanziamento fisico di almeno un metro, ma laddove sia possibile, e soprattutto in quelle situazioni in cui è necessario rimuovere la mascherina (bar e ristoranti) è sempre preferibile rispettare una distanza di due metri.
Il distanziamento è fondamentale per proteggere te stesso e gli altri da un eventuale contagio, e conseguentemente è necessario evitare i cosiddetti assembramenti.

Cos’è la telemedicina?

Per telemedicina si intende la possibilità di utilizzare la leva tecnologica per abilitare l’assistenza sanitaria a distanza. Gli strumenti tecnologici come computer, smartphone o altri dispositivi connessi hanno dato la possibilità ai medici e al personale sanitario di prestare assistenza anche a distanza ai loro pazienti. La pandemia da virus SarsCov2 ha dato un’enorme accelerazione alla diffusione della telemedicina: molti pazienti nell’ultimo anno di emergenza sanitaria hanno beneficiato delle visite da remoto, evitando di dover raggiungere gli ambulatori di cure primarie a rischio di sovraffollamento.

Lascia un commento